Home / News / 10 domande a Mario Ortensi

10 domande a Mario Ortensi

1. Il tuo ruolo nella Polisportiva?
“Da quest’anno sono il collaboratore tecnico della Polisportiva. Il mio obiettivo è quello mettere a disposizione la mia esperienza di allenatore al servizio dei giovani per la loro crescita e formazione tecnica”

2. La tua carriera da giocatore?
“Sassocorvaro, Montecchio, S.Marino e Coriano”

3. E quella da allenatore?
“Giovanili: Coriano, Viserba, Rimini Calcio, Bellariva e Ricccione. Prime squadre: Montecopiolo, Sassocorvaro, Coriano, Ospedaletto, Bellariva e Montescudo. Ho girato parecchio :)”

4. La squadra del cuore?
“Tutte quelle che ho allenato. Sono rimasto legato profondamente, umanamente e sportivamente ad ognuna di ese”

5. Il credo calcistico di Mister Ortensi?
“Per un calcio di passione, dedizione e senso di appartenenza verso la una squadra con la quale si è impegnati”

6. L’allenatore più bravo e quello a cui ti ispiri?
“Carletto Ancelotti, grande gestore e bravo tecnico per un calcio equilibrato, piacevole e di successo”

7. La nostra Nazionale non parteciperà ai prossimi Mondiali: la causa principale?
“Ci sono certi anni che l’uva fornisce ottimo vino e certi altri che il vino è scadente. Anche se lo trucchi e non è colpa di nessuno ma di una serie di circostanze non volute”

8. Da dove deve ripartire il nostro calcio?
“Innanzitutto affiderei il calcio a gente capace e competente, oltre a valorizzare i nostri giovani con un allenatore /selezionatore dal profilo giusto per la nostra Nazionale”

9. Messi o Cristiano Ronaldo?
“Sono direi di una certa realtà da osservare e prendere come esempio tecnico. Al momento sono sicuramente i migliori a livello mondiale”

10. Torniamo a noi: se dovessi consigliare la Polisportiva, la consiglieresti in primis perché…?
“Più che consigliare mi confronterei perché il confronto aiuta a crescere e migliorare una società sportiva”