Home / News / 10 domande a Matteo Monticelli

10 domande a Matteo Monticelli

1. Il tuo ruolo nella Polisportiva?
“Alleno Esordienti 2005 e da gennaio anche i Giovanissimi 2004

2. La tua carriera da giocatore?
“Provengo dal settore giovanile della Junior Coriano. Mi sono spostato poi per 3 anni nella vicina San Lorenzo in Prima Categoria e ora gioco in Seconda Categoria nel Mulazzano”

3. E quella da allenatore?
“Ho iniziato ad allenare nel 2012 alla Polisportiva Junior Coriano: qui mi sento come a casa!”

4. La squadra del cuore?
“Internazionale, Milano”

5. Il credo calcistico di Mister Nicola?
“Far capire ai ragazzi che con il lavoro, l’impegno, la determinazione e lo spirito di sacrificio si riescono ad ottenere dei risultati; nel calcio come nella vita”

6. L’allenatore più bravo e quello a cui ti ispiri?
“The Special One, José Mário dos Santos Mourinho Félix, è a tutti gli effetti il numero 1. Ed è di conseguenza l’allenatore a cui mi ispiro”

7. La nostra Nazionale non parteciperà ai prossimi Mondiali: la causa principale?
“Secondo me deriva dal fatto che il calcio italiano ha un sistema di base totalmente fallimentare”

8. Da dove deve ripartire il nostro calcio?
“Sicuramente cercherei di valorizzare maggiormente i settori giovanili delle squadre, cosa che dovrebbe avvenire già dalle società dilettantistiche; e cominciare a dare più importanza all’educazione fisica già dalle scuole elementari”

9. Messi o Cristiano Ronaldo?
“Dico Ronaldo, ma non Cristiano, bensì il Fenomeno visto al Barcellona e soprattutto nella mia Inter tra la fine degli anni 90 e il 2000”

10. Torniamo a noi: se dovessi consigliare la Polisportiva, la consiglieresti in primis perché…?
“Consiglierei la Polisportiva perché è dotata di ottime strutture e staff preparato: è un ambiente sano per far diventare i ragazzi delle grandi persone oltre che grandi sportivi attraverso i valori dello sport”