Home / Scadute / Volley: piccole bimbe crescono…
volley

Volley: piccole bimbe crescono…

Un esordio è un esordio e solitamente non è mai una passeggiata… si accumulano tensione, aspettative, paure e smania di iniziare e si culmina spesso in una prestazione con il freno a mano tirato, dove non viene niente, dove le gambe tremano e il braccino si fa pesante… diciamo che tutto questo ci sta, e ci sta anche che questo gruppo 2001-2002 è un vero e proprio cantiere aperto, con la difficile amalgama di 2 gruppi diversi, che hanno lavorato in modo molto differente fino allo scorso anno; mettiamoci anche un cambio di modulo che ha richiesto tempo per essere assimilato e dei ruoli che pesano sul groppone come la carogna nel deserto…. ma il campionato incalza e nel bene o nel male bisogna accelerare i tempi e iniziare a buttarsi nell’arena, sperando che piano piano i risultati arrivino…

Arriviamo a San Giovanni in Marignano, in una domenica mattina di fine ottobre ed una volta entrati in campo tutto quello sopra descritto si avvera come per magia, nemmeno fosse una premonizione… gambe pesanti, paura ecc. ecc. ecc… Però parallelamente cresce anche la consapevolezza che in questa arena NON SIAMO SOLE… che non siamo le uniche ad aver paura, che anche le nostre avversarie ne hanno (e tanta..), e dopo aver assistito a tanti errori loro, per le nostre bimbe inizia il lento disgelo…

Perso il 1 set, inizia la vera partita, il nostro capitano Sofia Francolini suona la carica con qualche attacco positivo e delle ottime battute e tutte le altre iniziano a seguirla a ruota, prendono coraggio e iniziano a giocare come sanno… risultato? Partita ribaltata e vittoria per 3-1!

Un applauso a tutte per i primi 3 punti di questo difficile torneo, un applauso per aver capito che giocando divertendosi rende le cose molto più semplici e un applauso per l’attaccamento dimostrato da tutte quelle in panchina, che hanno urlato e sofferto come se fossero in campo

Un grazie particolare alla nostra Alice Tenti, ferma per infortunio, ma nonostante ciò è voluta esserci, lì in panchina, a urlare, applaudire e incoraggiare… perchè per lei la squadra e questo sport sono importanti e oggi credo abbia dato una grande lezione a tutti noi, dimostrando che la partita si vive anche da fuori, certo, giocare piace a tutti, ma si vince in 12 e si perde in 12… e oggi ha vinto anche lei, anzi… forse ha vinto più lei

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*